Critica Stefania Maiorano

Mi è stato chiesto di riguardare le bozze di questa monografia e, poiché amo la pittura e la letteratura, ho trovato il connubio molto stimolante. Non conosco Dimitri di persona è questo facilita il mio lavoro, il contrario avrebbe forviato la mia ingenua capacità interpretativa: troppo spesso sono affascinata dalla prestanza fisica e da una dialettica avvincente, trascinante, quale sicuramente è quella di un principe del foro. Voglio avvicinarmi alla sua opera scevra da influenze esterne, voglio sperimentare me stessa, davanti a un Salonia e vedere l’effetto che fa al mio cuore e poi quali rami della mia fantasia riesce a risvegliare e, dove qualcosa succederà, racconterò quanto hanno visto i miei occhi, cosa ha elaborato il mio cervello e cosa ha percepito e sperimentato il mio cuore. questa monografia racconta il vero, gli eventi accaduti e dimenticati e soprattutto i fatti che non si raccontano per pudore o per convenienza. Narra una vita di incontri e di lavoro, di dubbi e di sorprese, di certezze e delusioni, una vita forse provinciale ma ricca, piena. Ricorda:… come creare insieme il Natale… le mostre a Milazzo e a Patti… i concerti-spettacolo… il girotondo nella Fiera di Messina e… il caos coloristico di Villacidro…e il ritratto di un carabiniere baffuto appena intravisto al tribunale e ancora… il ritratto di Angela… la rilettura del Barboglitta… l’avvicinarsi alla Sacra Sindone.
Riporta i fatti, vivi nella memoria e nel cuore, che hanno segnato e cambiato la vita di tanti: una mareggiata rubata alla natura… un murale colorato con gli scolari della scuola elementare nel villaggio di Villa Lina… le serate a casa di Antonio Pandolfo a Corriolo, con gli amici del “gruppo 90” e… il ritratto di Vichy, con parmigiano e champagne.
E ancora dice della mostra dall’avvocato Arena e… dal collega Orlando; quel dipinto fatto con le mani e… del ritratto di Angelo Acerra eseguito con le mani e... con i piedi durante una partita di poker.
Questa monografia è il sincero ritratto di un uomo che scrive di valori e non di prezzi e dipinge senza vincoli o condizionamenti.

Stefania Maiorano.