Mare Festival 2015 a Salina

Messina, 2 ago. (AdnKronos) – Dopo il successo all”Expo di Milano la
Fondazione Salonia, ha deciso di rendere itinerante la mostra su ”I
mercati siciliani e l”Arte: tradizioni della cultura culinaria del
cibo da strada”, realizzata dal maestro Dimitri Salonia e da altri
artisti della ”Scuola Coloristica Siciliana”. L”esposizione, che ha
preso il via nel mese di giugno all”Expo di Milano, proseguirà nei
prossimi mesi toccando città in tutto il mondo come Dubai, Mosca,
Pechino, e Tokyo.

Immagine-1224La mostra è stata esposta ieri anche all”hotel Ravesi di Malfa a
Salina durante il Mare Festival nella splendida cornice delle Eolie.
Salonia, artista messinese conosciuto in ambito internazionale,
insieme agli altri artisti della Scuola Coloristica Siciliana, tra i
quali Lidia Monachino e Tanja Di Pietro, ha spiegato, davanti agli
attori Matt Dillon, Mariagrazia Cucinotta, Serena Autieri e Sergio
Castellitto che hanno apprezzato le sue opere nei giorni scorsi, la
tradizione artistica che ritrae i mercati siciliani a partire da
Guttuso elencando le peculiarità del cibo da strada siciliano.

Il figlio dell”artista il registra Eros Salonia che già ha realizzato
per il ventennale della morte di Troisi un film sugli ultimi giorni
dell”attore a Salina ha annunciato la realizzazione di un corto sul
rapporto tra il cinema e le isole Eolie. Molto apprezzato anche il 
corto sui mercati siciliani e sulle opere di Dimitri Salonia trasmesso
durante il Marefestival che ha fatto rivivere con colori, suoni e
immagini le tradizionali scene dei mercati siciliani. (segue)